Politica / Politica

Commenta Stampa

L'ex premier parla in un'intervista al quotidiano Libero

Berlusconi: "Se mi condannano andrò in carcere"

Palazzo Grazioli nega che ci sia stata un'intervista

Berlusconi: 'Se mi condannano andrò in carcere'
28/07/2013, 16:23

ROMA - Salvo rinvii, per martedì 30 è attesa la sentenza della Cassazione su Mediaset, decisiva per le sorti giudiziarie di Silvio Berlusconi. Il Cavaliere, intanto, ha dichiarato a Libero, il quotidiano di Belpietro, che in caso di condanna non farà come Bettino Craxi e andrà in carcere.

“Non farò l'esule. Né accetterò di essere affidato ai servizi sociali, come un criminale che deve essere rieducato. Ho quasi settantotto anni e avrei diritto ai domiciliari, ma se mi condannano, se si assumono questa responsabilità, andrò in carcere”. Queste sono le parole con cui l’ex premier, Silvio Berlusconi, ha affermato che andrà in carcere nel caso in cui la sentenza della Cassazione lo preveda. Queste parole, inizialmente, erano state indicate da Palazzo Grazioli come una libera interpretazione del colloquio tra i giornalisti e il Cavaliere, ma poi, questa mattina, sono comparse anche sulla pagina Facebook ufficiale di Berlusconi e sul sito ufficiale e sull’account Twitter del Pdl.

Berlusconi, del resto, appare ottimista e fiducioso nei confronti della sentenza. “Se non c'è pregiudizio – ha affermato l’ex premier –, se non ci sono pressioni, la Cassazione non può che riconoscere la mia innocenza. I miei avvocati hanno proposto 50 obiezioni alla decisione della Corte d'appello e la Cassazione già in altre occasioni ha riconosciuto che io non firmavo i bilanci, non partecipavo alle decisioni dell'azienda e non avevo alcun ruolo diretto nella gestione di Mediaset”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©