Politica / Parlamento

Commenta Stampa

l'Ipr marketing sancisce il crollo della sua popolarità

Berlusconi sempre più giù nei sondaggi


Berlusconi sempre più giù nei sondaggi
20/07/2010, 13:07

Continua la caduta del governo nei sondaggi, come conferma l'Ipr marketing per Repubblica. A luglio le rilevazioni dicono che solo il 39% degli intervistati ha fiducia in Berlusconi come Presidente del Consiglio: un calo di 2 punti rispetto a giugno, ma soprattutto è la prima volta che il consenso cala sotto il 40%, mai successo dalle elezioni dell'aprile 2008. Contemporanealmente sale la percentuale degli sfiduciati, arrivata al 55%. Ancora inferiore quella poer il governo nel suo complesso, arrivata al 33%. Interessante notare che anche tra gli elettori del Pdl e della Lega c'è un calo dei consensi dell'8%.
Cala la fiducia anche nei singoli ministri, con le uniche eccezioni di Maroni, che sfrutta così le catture di camorristi e mafiosi che le forze dell'ordine e la magistratura fanno, e Galan, appena arrivato.
Tuttavia questa sfiducia in Berlusconi e nel governo non si traduce in un guadagno degli altri partiti. Se il Pdl scende dal 40% al 35% e la Lega Nord dal 32% al 30%, calano anche il Pd (dal 34% al 32%) e l'Idv (dal 36% al 33%). Idem per l'Udc, sceso dal 32 al 31%
Questo dato indica che la sfiducia nel governo conta poco. Infatti si sa quanto i cittadini siano suscettibili a quei colpi di teatro che puntualmente Berlusconi inventa prima delle elezioni. E quindi l'aumento di coloro che non esprimono preferenze favorisce il Pdl

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©