Politica / Politica

Commenta Stampa

L’ex premier assicura fiducia solo su “buoni” provvedimenti

Berlusconi: “Serve una politica diversa da quella del rigore”


Berlusconi: “Serve una politica diversa da quella del rigore”
11/05/2012, 19:05

ROMA – Fiducia si, ma su provvedimenti che convincono. In sintesi è questo il pensiero che l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha verso il governo Monti. “Noi siamo qui e voteremo tutte le cose che crediamo siano giuste”.
Per l’ex premier gli Italiani non hanno ciò che serve: “L'antipolitica ha scoraggiato gli italiani e questa è la testimonianza che c'è un sistema che non dà agli italiani quello di cui avrebbero bisogno – ha sottolineato Berlusconi - il nostro è un sistema che non consente al Paese di essere governato”.
Insomma serve una inversione di marcia, ma per Berlusconi va attuata una politica diversa dal rigore. “Dovremmo reagire credo con una politica totalmente diversa da quella che è la cosiddetta politica del rigore, che si può applicare soltanto in un'economia di sviluppo. Quando c'è un clima come questo, c'è un terreno che può dare luogo da un lato al terrorismo e dall'altro lato a una dittatura, ma speriamo che non sia così e non è il caso dell'Italia. Sicuramente non si procederà in questa direzione, però non c'è una situazione che ci lascia del tutto tranquilli”.
Pier Luigi Bersani, invece, risponde all’ex premier che ieri aveva sollecitato un confronto sulle riforme: “C'è poco da trattare. Le riforme sono in Parlamento e noi siamo lì - in Parlamento c'è la riforma costituzionale, ai tavoli tecnici si discute la legge elettorale, poi c'è la riforma dei partiti. E' tutto in Parlamento, non c'è altro da discutere che questo”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©