Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Insieme a lui Bocchino, Granata e Briguglio

Berlusconi si appresta a cacciare Fini dal Pdl


Berlusconi si appresta a cacciare Fini dal Pdl
29/07/2010, 10:07

ROMA - Approvata in giornata la manovra finanziaria alla Camera, dopo il voto di fiducia di ieri, stasera probabilmente ci sarà il redde rationem all'interno del Pdl a proposito di Gianfranco Fini. Per questo mercoledì sera il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha messo a punto, insieme ai suoi fedelissimi, un documento estremamente duro contro coloro che hanno osato mettersi contro di lui: Fini, Italo Bocchino, Fabio Granata e Carmelo Briguglio. La sostanza del documento sarà che i quattro si sono messi contro il resto del partito, hanno tradito il patto con gli elettori e quindi vanno cacciati.
Certo, c'è il rischio che a questo punto i finiani si stacchino e creino un gruppo autonomo, ma la cosa non sembre preoccupare Berlusconi. Infatti lui può contare sulla legge elettorale: quanti posti potrà garantire un partito che i sondaggi danno al limite del 4%? Quanti saranno disposti a correre il rischio di lasciare il loro comodo scranno in Parlamento? Soprattutto adesso, prima che siano trascorsi 30 mesi dall'inizio della legislatura e quindi che siano maturati i requisiti per accumulatre il vitalizio e 5 anni di contributi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©