Politica / Politica

Commenta Stampa

Nuovo attacco ai magistrati: "Disegno politico"

Berlusconi smentisce: "Mai dato ultimatum al governo Letta"


Berlusconi smentisce: 'Mai dato ultimatum al governo Letta'
31/08/2013, 12:15

ROMA - Nuove esternazioni di Silvio Berlusconi, dopo aver firmato i referendum radicali. Innanzitutto secca smentita a quanto ha riferito ieri a Simone Furlan, leader del cosiddetto "Esercito di Silvio": "Ho letto di un ultimatum, secondo il quale io avrei detto che se mi fanno decadere allora farò cadere il governo. Non è così. Ricordo che questo governo è stato voluto fortissimamente da me, e sono convinto che l'Italia abbia bisogno che il governo continui a governare. E addirittura non sono d'accordo con certe critiche perché questo governo sta anzi facendo cose egregie. E' assurdo che una forza democratica resti al tavolo del governo se gli si sottrae il leader. Spero che il buon senso prevalga nella testa di chi è preso dalla voglia di eliminare un avversario politico". Poi ritorna su un suo vecchio cavallo di battaglia: "Io di colpe ne ho una sola, non essere mai riuscito a convincere gli italiani a darmi il 51% dei voti". 
Poi si scaglia contro i magistrati: "Non c'è nulla da fare se c'è un pregiudizio politico nei giudici. Sono in questa situazione per colpa di una parte della magistratura, Magistratura Democratica. Ho 41 processi alle spalle nei quali non sono riusciti ad arrivare ad alcuna condanna, così hanno deciso di avvalersi di un'altra strategia, sono diventati i padroni di tutti i collegi che mi hanno giudicato. Le condanne solo esclusivamente politiche, infondate e ingiuste, tese a un disegno preciso, eliminare l'ostacolo Berlusconi".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©