Politica / Politica

Commenta Stampa

La proposta lanciata all’assemblea dei gruppi del Pdl

Berlusconi: “Stampiamo euro con la nostra Zecca”

L’ex premier si candida ad allenatore del partito

Berlusconi: “Stampiamo euro con la nostra Zecca”
01/06/2012, 14:06

ROMA - “Dobbiamo andare in Europa a dire con forza che la Bce deve iniziare a stampare moneta, altrimenti cominciamo a stampare euro noi con la nostra Zecca”. Eccolo la nuova idea di Silvio Berlusconi, lanciata all'assemblea dei gruppi del Pdl.
L’ex presidente del consiglio, inoltre, annuncia anche un impegno sempre più diretto nella gestione del partito. Dunque, una presenza maggiore, ma non per una possibile candidatura. “Sono a disposizione del partito – dice - non come candidato premier o presidente della Repubblica né come centravanti né come contrattacco, ma come allenatore”. Quello di Berlusconi, è anche un invito all’unità: “Dobbiamo essere monolitici, non lasciarci andare a dichiarazioni di dubbio sulla nostra formazione politica in un momento così delicato. O si sta insieme o perdiamo”.
E il Cavaliere torna anche sulla necessità di affrontare una riforma che riguardi l'architettura istituzionale dell'Italia: la proposta del presidenzialismo già lanciata nei giorni scorsi: “Bisogna avere la consapevolezza che il Paese così è ingovernabile e lo dimostrano i 56 governi che ci hanno preceduto, durati in media 11 mesi. Il governo non può revocare un ministro - sottolinea ancora - e il premier non ha potere di nomina, è tutto delegato al Presidente della Repubblica o ai presidenti delle due Camere o all'Aula”

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©