Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Bossi resta dubbioso, ma decide di adeguarsi

Berlusconi: sull'Afghanistan Governo non cambia linea


Berlusconi: sull'Afghanistan Governo non cambia linea
29/07/2009, 00:07

Malgrado il principio di spaccatura nella maggioranza visto con le dichiarazioni della Lega sulle missioni internazionali, il Governo non ha intenzione di cambiare linea sull’Afghanistan. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, dopo il voto sul decreto legge anticrisi. “Capisco che voi dovete riempire le pagine dei giornali ma questa è aria fritta. C'è stata una battuta detta così, ma non c'è nulla”, ha aggiunto il premier, liquidando la questione e lasciando intendere che la spaccatura paventata si è risolta in una bolla di sapone.
Il dietrofront del leader del Carroccio, che ieri aveva frenato mitigando le proprie affermazioni sulle missioni, ha più il sapore di un doversi adeguare alle decisioni della maggioranza proprio per evitare le spaccature che potrebbero indebolire il Governo. Già ieri il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, e quello degli Esteri, Franco Frattini, avevano sottolineato l’importanza di continuare con le missioni internazionali; il titolare della Difesa, in particolare, aveva aggiunto che le parole di Bossi (“Io li porterei a casa tutti”) erano state dettate da “un sentimento paterno”.
“Mi sembra che portare le donne al voto in Afghanistan sia un’illusione che costa moltissimo”, ha dichiarato Umberto Bossi, all’uscita dall’Aula della Camera dopo l’approvazione del dl anticrisi, aggiungendo: “Poi dopo farò quello che dice la maggioranza”.
“Berlusconi, - ha aggiunto il leader della Lega, - è convinto che alla fine ce la si farà, ma io vedo le donne con i burka, penso che sia un’illusione e poi costa moltissimo. E comincia a fare troppi morti”. Per la missione Unifil in Libano, invece, il discorso è diverso: “Si tratta di discutere su tutto”, ha concluso Bossi, sottolienando il ruolo del Libano come “baluardo nel mediterraneo e nel mondo musulmano”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©