Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Herman Van Rompuy: “Pacchetto di misure ambizioso”

Berlusconi, viaggio-fuga a Bruxelles: illustrata la manovra

Attacco all’opposizione: “Rovina l’Italia per rovinare me”

Berlusconi, viaggio-fuga a Bruxelles: illustrata la manovra
13/09/2011, 16:09

ROMA - Proprio nel giorno in cui si sarebbe dovuto presentare davanti ai magistrati, Silvio Berlusconi vola a Bruxelles per illustrare la manovra in Europa e, mentre i mercati restano in fibrillazione, attaccare a testa bassa le opposizioni. Si dice ancora una volta tranquillo il presidente del Consiglio, che spiega la sua missione europea, piuttosto che come un tatto di fuga dalla giustizia, come un atto dovuto: per rassicurare l’Europa, sfiduciata “dalle dichiarazioni delle opposizioni che sarebbero differenti dai fatti e dalla realtà”.
“In Italia siamo a un paradosso: l’opposizione critica la manovra con l’unico desiderio di dare una spallata al governo, senza rendersi conto che in questo modo darebbe una spallata all’Italia” ha detto Berlusconi al termine dell’incontro con Van Rompuy. “Vogliono rovinare l’immagine del presidente del Consiglio, ma rovinano l’immagine del Paese". Il premier ha confermato di sentirsi “tranquillo” e ha assicurato al presidente del Consiglio Ue che la manovra otterrà la fiducia domani e verranno “rispettati gli impegni presi”: l’Italia, dunque, ha confermato il premier, rispetterà “il pareggio di bilancio nel 2013”. Nel merito poi il premier ha garantito che i saldi saranno superiori a quelli chiesti dalla Ue. Sul futuro della moneta unica, Berlusconi ha sottolineato: “Sentiamo l’euro come la nostra moneta e la nostra bandiera ed è nostro dovere difenderla”. Poi ha chiesto alla Ue un pronunciamento unitario sull’aumento dell’età pensionabile: “Se l’Europa decidesse di dare indicazioni precise in questo senso e costringesse gli stati, tutti i governi sarebbero felici di farlo”.
Immediata da parte delle opposizioni la replica al premier. Pierluigi Bersani ha ironizzato sull’accusa di Silvio Berlusconi: “Tutto il mondo pensa che la rovina dell’Italia sia lui”, ha sottolineato il segretario del Pd, “intendiamoci, può sbagliarsi anche tutto il mondo e avere ragione lui...”, ha aggiunto sorridendo. Dal canto suo il presidente stabile della Ue, invece, ha definito, quello presentato da Berlusconi “un pacchetto ambizioso che ha l’obiettivo di arrivare al pareggio nel 2013. La sua applicazione in modo completo è cruciale” ha detto van Rompuy, che si è felicitato anche per le modifiche costituzionali per inserire “la regola d'oro del pareggio di bilancio”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©