Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi-D'Addario: altre quattro telefonate pubblicate


Berlusconi-D'Addario: altre quattro telefonate pubblicate
21/07/2009, 15:07

L'Espresso ha pubblicato sul suo sito altre quattro conversazioni registrate da Patrizia D'Addario e consegnate ai Pubblici Ministeri di Bari, che stanno indagando Giampiero Tarantini per favoreggiamento della prostituzione per aver mandato delle prostitute a Palazzo Grazioli e a Villa Certosa (non si procede per induzione alla prostituzione, perchè si è visto che si tratta di donne che si prostituiscono per loro scelta). Due di queste hanno scarso rilievo: una lezione di economia ed una di storia dell'arte che un logorroico Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio, fa ai suoi ospiti.
Ma altre due hanno ben altro peso. In una - registrata a metà ottobre 2008 - si sente Patrizia D'Addario che prende gli ultimi accordi con Tarantini. Lui le dice che alle 21.15 la verrà a prendere con l'autista e che verrà pagata 1000 euro per stare a Palazzo Grazioli. Se accetterà di restare, riceverà il resto. Dopo di che Tarantini dice: "Ricordati che Berlusconi non usa il preservativo". La notizia colpisce la escort: "Ma come?". E Tarantini: "Ma non ti preoccupare, sai quanti esami fa? Stai tranquilla". Alla fine lei cerca di metterla su un piano personale: "Ma sai, in fondo alle donne piace così, no?", riferendosi all'uso del preservativo. E la registrazione finisce così.
L'altra è stata registrata il 5 novembre del 2008. Berlusconi era atteso all'Ambasciata statunitense per festeggiare l'elezione del nuovo Presidente statunitense, Barack Obama. Ma Berlusconi era rimasto a Palazzo Grazioli, passando la notte con la D'Addario. La registrazione è fatta la mattina a colazione. Berlusconi offre caffè e tè e la D'Addario che ad un certo punto dice: "Che dolore, all'inizio mi hai fatto un dolore pazzesco?". E Berlusconi: "Ma dai! Non è vero!". Ma la D'Addario insiste: "Ti giuro, un dolore pazzesco all'inizio".
La domandina è: a che gioco avevano giocato che all'inizio lei aveva "un dolore pazzesco"?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©