Politica / Parlamento

Commenta Stampa

BERLUSCONI:"NON CI SONO PIU' RIFIUTI PER LE STRADE DI NAPOLI"


BERLUSCONI:'NON CI SONO PIU' RIFIUTI PER LE STRADE DI NAPOLI'
18/07/2008, 13:07

 

 

 

"Oggi a Napoli sarò orgoglioso di annunciare e di fare constatare che non ci sono più i rifiuti per le strade". Così il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, parlando all'assemblea di Coldiretti. Vero. Il Cavaliere però  ha dimenticato di dire che in periferia la situazione è ancora critica, non come i mesi scorsi, ma certo non si può asserire che l'emergenza è finita (ndr).   Il premier comunque da Roma ha ricordato di essersi "assunto il rischio di garantire la risoluzione della tragedia" dei rifiuti già in campagna elettorale, garantendo che si sarebbe trovata una soluzione entro il mese di luglio. "Abbiamo fatto il primo Consiglio dei ministri a Napoli 58 giorni fa e oggi sarò orgoglioso di dire che i rifiuti per strada non ci sono più ".

"Quello che è successo in Campania é il frutto di una follia generale che ha responsabilità nel mondo civile, politico e criminale". Il presidente del Consiglio ribadisce il timing degli impegni presi per risolvere la situazione ricordando che tra i principali obiettivi c'é la costruzione di quattro termovalorizzatori: "Il termovalorizzatore di Acerra sarà completato entro l'anno. Già dal prossimo anno quindi - aggiunge ancora il premier - si andrà verso la soluzione completa del problema".


"Per risolvere l'emergenza dei rifiuti in Campania in maniera definitiva occorrono tre anni". La tempistica, ha spiegato il premier, è quella che occorre per la costruzione dei quattro termovalorizzatori.

Commenta Stampa
di Giancarlo Borriello
Riproduzione riservata ©