Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Fini: basta mortificare proposte

Berlusconi-Zapatero: piena sintonia su immigrazione


Berlusconi-Zapatero: piena sintonia su immigrazione
11/09/2009, 10:09

L'Italia e la Spagna "hanno gli stessi problemi ed hanno in tasca le stesse soluzioni che l'Europa deve adottare". E' quanto ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso del vertice della Maddalena che ha offerto l'occasione di un confronto con il premier iberico Josè Luis Zapatero. Una constatazione che sancisce la piena comunanza di vedute tra i due Paesi sul fronte "caldo" dell'immigrazione. La Spagna, dal canto suo, ha garantito il proprio appoggio, durante la presidenza di turno dell'Unione europea, attesa per il primo semestre del 2010, alla realizzazione di una politica di lotta agli sbarchi clandestini. Pieno accordo anche sui temi economici e il prossimo G20 di Pittsburgh vedrà Roma e Madrid unite nella ricerca di una ripresa rapida e durevole dalla crisi. In conferenza stampa Berlusconi è tornato a precisare che non c'è nessuna spaccatura in atto tra il governo ed il mondo cattolico: "Non c'è alcuno scontro" con la Chiesa, ha assicurato, seguitando a difendere la politica dei respingimenti dei clandestini dalle accuse di immoralità. "Ci comportiamo - ha ribadito il Cavaliere - in una maniera assolutamente cristiana ed assolutamente civile. Nessun naufrago è mai stato abbandonato in mare dall'Italia", cosa che invece, ha sottolineato Berlusconi, è avvenuta in altri Paesi. Mentre era in corso il vertice della Maddalena, da Gubbio il presidente della Camera Fini ha confermato le sue divergenze, in materia di immigrazione, rispetto alla linea dura sostenuta dal premier: "Bisogna smetterla - ha detto - di mortificare le proposte. Dire di dare il voto agli immigrati alle elezioni amministrative non è cattocomunista e, anzi, in alcuni Paesi europei è già in vigore".

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©