Politica / Parlamento

Commenta Stampa

“Sarà un partito senza padroni”

Bersani è il nuovo leader del Pd


Bersani è il nuovo leader del Pd
26/10/2009, 19:10

NAPOLI - Pier Luigi Bersani è il nuovo segretario del Partito Democratico, eletto quasi ovunque con percentuali superiori al 50%. I risultati delle votazioni rispecchiano, grosso modo, quelli già visti ai circoli ma con una leggera rimonta da parte dell’outsider: il vincitore è stato eletto con il 53% delle preferenze, mentre Dario Franceschini e Ignazio Marino hanno raccolto, rispettivamente, il 34,1% ed il 13,8% dei voti.
L’annuncio è stato dato, sebbene non ancora ufficiale, intorno alle 23 di ieri, quando Dario Franceschini, nella sala stampa della sede del partito in Largo Nazareno, ha affermato che “emerge con chiarezza che Bersani è il nuovo segretario. Gliene do atto. Gli ho già telefonato. La scelta è stata quella dei nostri elettori”.
Bersani, dopo aver rivolto parole di stima nei confronti degli altri due ‘pretendenti’, ha fatto un primo discorso d’investitura: “Voglio cominciare con l’orgoglio per quanto successo oggi, - ha dichiarato, - tre milioni di persone sono una grande prova di democrazia. E’ una vittoria di tutti. E nella vittoria di tutti c’è la mia vittoria”. Poi, il leader appena eletto ha parlato delle correzioni che intende introdurre nella vita del partito. “Farò il leader del Pd, - ha detto, - ma lo farò a modo mio. Sarà un partito senza padroni, non di un uomo solo, ma di un collettivo di protagonisti. Il Pd è un grande partito popolare e questa sarà la chiave del mio lavoro. Il mio primo gesto da segretario sarà quello di occuparmi del lavoro e della precarietà, credo che abbiamo bisogno di riportare la politica ai fondamentali e per prima cosa incontrerò un gruppo di artigiani a Prato perché bisogna rompere il muro tra politica e lavoratori”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©