Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Parte raccolta firma antipremier: "Gli italiani sono stufi"

Bersani: "Berlusconi via col voto di maggio"

Il leader del Pd: "Il Cavaliere? Peggio di Ben Ali"

Bersani: 'Berlusconi via col voto di maggio'
06/03/2011, 11:03

Firme o votazioni, è comunque la fine dell’era del Cavaliere. "E' peggio di Ben Ali, gli italiani sono stufi". La sua permanenza a Palazzo Chigi è ormai scaduta. Berlusconi, paragonato all'ex leader tunisino, andrà via a breve, la clessidra del centrosinistra snocciolerà granelli per altri due mesi:il leader del Pd Bersani ne è sicuro, e la mobilitazione per le firme anti-premier è la prima parte di questa campagna elettorale, che il segretario vuole giocare sul doppio valore del voto: “Per le città e per il Paese”. “La sostanza è che ci sono milioni e milioni di firme di cittadini italiani determinati a mandare a casa Berlusconi nonostante l’azione di alcuni, che hanno cercato di delegittimare questa operazione”.

La raccolta delle firme andrà avanti anche dopo che “le prime milionate” (Bersani dixit) saranno recapitate a Palazzo Chigi perché “dobbiamo continuare a dare agli elettori la possibilità di manifestare la propria volontà - dice il responsabile Organizzazione del Pd Nico Stumpo - che è la cosa che più ha fatto impazzire Berlusconi e i suoi accoliti”. L’altra occasione che avranno sarà a metà maggio, quando andranno alle urne 13 milioni di italiani.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©