Politica / Politica

Commenta Stampa

E’ il piano per fermare Grillo

Bersani e Vendola a Pisapia: “Serve sigillo a lista sindaci”


Bersani e Vendola a Pisapia: “Serve sigillo a lista sindaci”
03/08/2012, 10:25

MILANO – Mettere un sigillo ad una lista civica dei sindaci del centrosinistra. Eccolo il prossimo compito, affidato da Pier Luigi Bersani e Nichi Vendola, al sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Ecco il piano per battere Grillo.

La fascia tricolore del capoluogo lombardo, dal canto suo, assicura massimo impegno: organizzerà il cosiddetto “movimento Arancione” di cui faranno parte sicuramente Massimo Zedda primo cittadino di Cagliari, Michele Emiliano a capo del comune di Bari. E’ ancora in forse il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, mentre non seguirà Di Pietro. Il progetto, ovviamente, sarà esteso anche tutti gli altri sindaci del centrosinistra per poter organizzare al meglio l’offensiva al Movimento 5 stelle.

Pisapia, interrogato sull’alleanza arancione, non è di molte parole: “Per raggiungere l'obiettivo di una proposta di governo, è fondamentale una coalizione che unisca le forze politiche, le espressioni di impegno civile e sociale presenti sul territorio e tutti quei cittadini che intendono impegnarsi per una svolta anche culturale”.

La nuova alleanza, a sentire i fondatori, vuole battere soprattutto sul fatto che i sindaci essendo sono volti più freschi possono superare la diffidenza per la politica che colpisce tanti elettori.

Per Bersani e Vendola, Pisapia è  il giusto tassello: per questi ultimi è  il sindaco che più di altri ha convinto i moderati a dargli fiducia, ha avuto un appoggio implicito dell'Udc. Un eventuale lista civica dei primi cittadini appoggerà l'intesa con Pier Ferdinando Casini. Intesa che, tra l’altro, continua a fare progressi. Il leader dell'Udc ha frenato sul patto progressisti-moderati, ma, come sa Bersani, fa sul serio. Lo conferma la lettera spedita ieri a "parlamentari, segretari locali, dirigenti e amministratori dell'Udc" da Antonio De Poli capo della segreteria politica. Il testo l'ha scritto Casini ed è un'intimazione al silenzio sulle alleanze, che punta a limitare soprattutto le uscite contro l'ipotesi di un accordo con Bersani. "Vi prego di intervenire nel dibattito politico con cautela", c’è scritto.

Comunque il sogno della grande coalizione rimane quello di vedere assieme socialisti e democristiani: se Berlusconi si ricandiderà, l'intesa post elettorale con Pd e Sel appare quasi scontata.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©