Politica / Politica

Commenta Stampa

Il leader del Pd indica il fulcro del programma

Bersani: “Limitare gli F35. Puntiamo al lavoro”

Sulle liste pulite: “Con nostre regole saltavano ben altri"

Bersani: “Limitare gli F35. Puntiamo al lavoro”
22/01/2013, 19:50

ROMA – “Bisogna assolutamente rivedere e limitare le spese militari degli F35, perché le nostre priorità sono altre. La nostra priorità è il  lavoro”. E’ chiaro il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, su quelli che sono i punti su cui batterà nel caso riuscisse a spuntarla dopo la due giorni di voto, il 24 e 25 febbraio, che deciderà il nuovo Governo del Paese.

Già da tempo, comunque, una parte della sinistra chiede un taglio totale della spesa per i cacciabombardieri. Lunedì scorso anche il leader di Sel, Nichi Vendola, aveva reclamato fondi per finanziare la scuola pubblica e non per le spese militari.

Ma gli obiettivi che si pone Bersani sono diversi: il segretario dei democratici, ad esempio, indica nella riqualificazione nell'edilizia il motore dell'economia. “L'edilizia è troppo bassa, bisogna ridare fiato senza consumare il territorio, puntare sulla riqualificazione del costruito esistente: case, edilizia pubblica, alberghi, potenziare l'efficienza energetica e l'antisismico”, suggerisce.

E nel portare acqua al suo mulino, il candidato del Pd, inoltre, rivendica di essere stato il primo ad avviare l'operazione liste pulite. “Con le nostre regole - aggiunge il segretario - nel Pdl ben altri saltavano. Noi, grazie alla partecipazione delle primarie, abbiamo attivato la pulizia politica. Non si può decidere in una stanza. Noi ci siamo messi in gioco, il 90% dei candidati viene dalle primarie, che sono la strada per ripulire la politica”.

Poi, Bersani torna a condannare i partiti personali: “Il Pd è un partito che vivrà oltre Bersani per dare un riferimento ai riformisti italiani. I partiti che ruotano sulla persona non esistono in alcuna democrazia e producono rigidità e instabilità”.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Per chi voterete alle prossime elezioni?

Quale sarà il vostro voto il 24 e il 25 febbraio?