Politica / Politica

Commenta Stampa

Il leader Pd: “Se diventerò Premier, farò ministro Renzi”

Bersani: “Non mi ricandiderò come segretario”


Bersani: “Non mi ricandiderò come segretario”
05/11/2012, 16:14

TORINO - Rottamazione o meno Bersani è chiaro: “Non mi ricandiderò segretario. Credo che al prossimo congresso debba girare la ruota”.

Così il segretario del Pd ha riferito ad i giornalisti a margine della visita al nuovo campus universitario di Torino, ed ha aggiunto: “Le primarie stanno facendo bene al Pd e al Paese. È una scommessa vinta, anche se sono faticose. E le consiglio a tutti”.

E sul suo futuro e quello del partito ha detto: “Io adesso sono segretario fino al prossimo congresso. Le primarie, che non c'entrano con il congresso del Pd, sono fatte da tutti i progressisti per scegliere il candidato alla guida del governo del Paese. L'anno prossimo ci sarà il congresso del Pd in forma apertissima e la notizia è che io intendo finire lì”.

E in riferimento a Renzi promette: “Se diventerò Presidente del Consiglio darò un posto da ministro a Renzi”. E sul Premier attuale, il segretario del Pd spiega: “Io sono per agenda Europa e crescita, non per agenda Monti o Bersani. La rotta dell'Ue così non va, porta ad avvitamento austerità e recessione, bisogna mettere qualcosa per il lavoro a cominciare da una tassa seria sulle transizioni finanziarie. Nella crisi la ricchezza se ne va, sa dove andare la povertà resta”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©