Politica / Politica

Commenta Stampa

Bersani: “Se primarie vanno bene non ci ammazza più nessuno”


Bersani: “Se primarie vanno bene non ci ammazza più nessuno”
09/11/2012, 12:22

ROMA – “Chiunque vincerà le primarie, se ci sarà una grande partecipazione, non ci ammazzerà più nessuno”. Ne è convinto il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, intervenuto questa mattina a Radio Anch'io.

Bersani tira in ballo anche Renzi, durante la sua intervista: “Sbaglia  - dice il numero uno del Pd riferendosi al suo avversario alla primarie del partito - quando dice che non sono un rinnovatore”.  L’occasione, inoltre, è utile a Bersanni anche per confermare che per la votazione ci sarà anche un albo degli elettori progressisti.

Quanto ai tempi, tra l’altro, il leader del Pd sottolinea: “Non possiamo aspettare mesi e mesi perché ci siano le elezioni regionali insieme a quelle politiche. Bisogna andare rapidamente alle elezioni regionali e dopo a quelle politiche, alla scadenza naturale”.

Da Bersani arriva anche un riferimento a Beppe Grillo: “Non vogliamo una democrazia governata da tabernacoli. E' difficile dialogare - ha aggiunto il leader del Pd - con persone che stanno in fondo alla rete internet e non accettano di rispondere a nessuna domanda. Così non si può governare, anche perché non sono accettabili modelli demagogici personali e plebiscitari”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©