Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il segretario del Pd preoccupato da accordo Pdl - Lega

Bersani: “Sulla legge elettorale no a colpi di mano”

Per Casini una nuova legge: “Senza furberie o rinvii”

Nella foto il Segretario del PDI Pier Luigi Bersani
Nella foto il Segretario del PDI Pier Luigi Bersani
29/07/2012, 10:05

ROMA – Monito di Bersani,  il leader Pd avverte: “Sulla legge elettorale no a colpi di mano”. Il riferimento va ovviamente alle conseguenze derivanti da un blitz di Pdl e Lega a Palazzo Madama sulla legge elettorale, per di più avallato dal presidente del Senato Renato Schifani.

Bersani dice: “Con un colpo di mano del Pdl, sarebbe un atto di rottura irrimediabile: come si vede anche dalle dichiarazioni del presidente del Senato Schifani, il Pdl sulla legge elettorale oscilla tra pratiche dilatorie ormai estenuanti e la suggestione di un colpo di mano in Parlamento. Quanto all'ipotesi del colpo di mano, è evidente che se si ripetesse per la legge elettorale quel che si è visto proprio in Senato per la riforma costituzionale, sarebbe un atto di rottura irrimediabile”.

Un monito che, chiaramente, non riguarda soltanto le trattative in corso per arrivare a un testo condiviso sulla legge elettorale. Il leader del Pd lo ha anche detto pochi giorni fa al presidente del Consiglio, nel corso del colloquio a Palazzo Chigi, che il riemergere della vecchia maggioranza Pdl-Lega avrebbe indebolito il governo e minato il seguito della legislatura.

Una preoccupazione diffusa anche dai vertici dell’Udc, di fronte al comportamento "ambiguo" del Pdl,  Casini auspica la rapida approvazione di una nuova legge: “Senza furberie o rinvii”.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©