Politica / Regione

Commenta Stampa

Bianco inaugura la sua corsa elettorale in Regione


.

Bianco inaugura la sua corsa elettorale in Regione
08/03/2010, 17:03

Presso il ristorante “Le Arcate” in Napoli alla via A. Falcone, serata inaugurale della campagna elettorale del generale Francesco Bianco. “Ho deciso di rimettermi in gioco; credo nel rinnovamento della nostra Regione e credo che esso non possa prescindere dall’esperienza e dalla professionalità.” Così Francesco Bianco, direttore della Scuola Regionale di Protezione Civile e presidente del Comitato del Volontariato, all’apertura della sua campagna elettorale. “La presenza di tanti amici mi dà la forza per andare avanti in questa nuova sfida che ho deciso di accettare tra le fila dell’Udeur. Sono un malinconico fedele ai valori cristiani, che, sin dal principio della mia carriera politica, ha sposato la linea centrista e moderata, condividendone ideologie e prospettive. Credo che la politica non debba rincorrere ideali ma, insieme alla Gente, progettare e costruire. Ho scelto, quindi, di giocare questa partita nella formazione in cui milito, perché ritengo che l’Udeur sia ad oggi il partito che al meglio interpreta l’esigenza del Sud e della Campania in particolare. Una sua affermazione, come credo che sarà, può ambire alla formazione di un polo politico rinnovato espressione e voce del Mezzogiorno. L’Udeur, vittima di reiterati attacchi e, a mio avviso, provato da forzature del sistema giudiziario ha dimostrato di mantenere fede ad una linea politica ferma e non ondivaga. Un partito che permette di dialogare con l’elettorato – chiosa l’on. Bianco – Un partito che dall’elettorato ha trovato sostegno e continue manifestazioni da parte della gente, anche nelle spiacevoli vicende che hanno riguardato la presidente del Consiglio Regionale, Sandra Lonardo e che mi auguro possano concludersi al più presto”.


Segnale forte la presenza dell’ex Guardasigilli ed attuale europarlamentare Clemente Mastella che ha vigorosamente sostenuto la candidatura dell’on. Bianco. “La politica deve tornare a rappresentare i bisogni della collettività. In giro c’è tanta stanchezza, la gente si sta ribellando ad una politica morta e senza prospettive – ha dichiarato il leader dell’Udeur – C’è stata e c’è ancora oggi una persecuzione nei confronti del mio partito, mirata esclusivamente a distruggere quanto di importante è stato fatto. Insieme ce la possiamo fare. Come? Stando un passo più avanti rispetto alla cattiveria gratuita”. Le ultime parole di Mastella rivolte alla moglie Sandra, da quattro mesi i esilio: “Sandra non ha ammazzato nessuno. Credo che sia giusto che lei torni per sottoporsi al giudizio dell’elettorato”.
Tanti amici a sostenere il ritorno in politica di Francesco Bianco. Tra questi il segretario regionale dell’Udeur, Giulio Di Donato, il segretario provinciale, Giovanni Della Corte, il vice segretario cittadino Umberto Braschi ed il consigliere della prima municipalità di Napoli, Giovanna Mazzone.
“Il mio impegno – conclude Bianco – sarà soprattutto a favore dei tanti volontari, che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare in questi anni di presidenza del Comitato del Volontariato, che anche questa sera con la loro presenza, mi hanno dimostrato stima ed affetto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©