Politica / Regione

Commenta Stampa

Bilancio Campania, PD: "lavoriamo per salvare la Regione"


Bilancio Campania, PD: 'lavoriamo per salvare la Regione'
17/12/2011, 09:12

Taglio deciso agli sprechi e alle spese inutili, e la difesa dei piu’ deboli per evitare che a pagare siamo sempre gli stessi. Questi sono i punti imprescindibili secondo la segreteria regionale del Pd che oggi si e’ riunita a Napoli per discutere della manovra finanziaria della Regione e degli emendamenti che i democratici presenteranno in Aula su: riorganizzazione delle societa’ partecipate, sanita’, servizi pubblico – locali, lavoro e decentramento amministrativo.

Alla riunione dell’esecutivo, guidato da Enzo Amendola, hanno partecipato anche i segretari provinciali, i rappresentanti dei forum tematici, il capogruppo al Consiglio regionale Giuseppe Russo, e il capogruppo in commissione bilancio Raffaele Topo.





Ecco elencate alcune delle proposte che i democratici porteranno in Consiglio regionale: accorpamento delle societa’ a totale partecipazione pubblica; accorpamento dei policlinici universitari; gestione pubblica delle risorse idriche; rimodulazione e potenziamento della rete socio-sanitaria; accorpamento delle societa’ di trasporto sia su ferro che su gomma con omogeneità’ degli standard; agenzia di sviluppo unica e superamento della frammentazione di societa’ esistenti con lo stesso scopo; fondo regionale per il sostegno al lavoro; misure di austerita’ sulle spese della politica.




“Viviamo una situazione drammatica ed e’ indispensabile una ristrutturazione e una riqualificazione della spesa pubblica con misure concrete che riducano il deficit, vista anche la riduzione dei trasferimenti dallo Stato agli enti locali” dichiara Enzo Amendola, che continua: “Sono scelte da fare in maniera netta e senza esitazioni in un contesto di grave crisi e recessione che vive il Paese ed in cui le Regioni - con una spesa pubblica ancora non riformata – rischiano di pagare il prezzo piu’ alto”.




“Queste scelte non sono indolori ma di certo non devono gravare sui Comuni, sui lavoratori e sugli utenti. Anzi, il nostro obiettivo e’ colpire sprechi, posizioni di rendita e irrazionalita’ ormai insostenibili che eliminate consentiranno alla Regione di evitare il tracollo e al tempo stesso di intraprendere finalmente la strada della crescita e dello sviluppo. Sui Fondi europei abbiamo evitato il peggio, ma resta la questione di come semplificare le procedure e di come riorientare con criteri piu’ compatibili alle esigenze dei singoli stati il loro uso e la loro destinazione”, ha sottolineato Giuseppe Russo.




Nei prossimi giorni, inoltre, il Pd presentera’ pubblicamente gli emendamenti e avviera’ un confronto con le parti sociali.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©