Politica / Napoli

Commenta Stampa

Bilancio Comune di Napoli: Fratelli d’Italia unica opposizione a Giunta De Magistris

Indebitamento peserà sui napoletani fino al 2029

Bilancio Comune di Napoli: Fratelli d’Italia unica opposizione a Giunta De Magistris
20/09/2013, 16:43

NAPOLI - Si sono protratti per quasi due giorni i lavori per l’approvazione del Bilancio previsionale 2013 del Comune di Napoli, che ha visto Fratelli d’Italia, attraverso il lavoro qualificato e costante dei suoi Consiglieri, rappresentare l’unica reale forza di opposizione alla Giunta arancione guidata da Luigi de Magistris, con oltre 1.347 tra emendamenti e Odg presentati.
<<Durante i lavori per l’approvazione del Bilancio, Fratelli d’Italia ha rappresentato l’unica forza di opposizione seria e responsabile rispetto alla scellerata azione messa in campo dalla Giunta De Magistris>>, questo quanto sottolineato da Vincenzo Moretto, Capogruppo FdI in Consiglio Comunale e Marco Nonno, Consigliere Comunale FdI, a margine di una conferenza  stampa indetta dal Gruppo Consiliare di Napoli.
<<L’indebitamento provocato dall’approvazione di questo bilancio – ribadiscono i due – si protrarrà fino al 2029. La nostra battaglia non è strumentale, ma di sostanza ed ha portato, tra le altre cose, allo stanziamento di tremila Borse di Studio da destinare agli studenti provenenti da famiglie meno abbienti, oltre che alla disponibilità di fondi da destinare alle periferie della Città, totalmente abbandonate dalla Giunta arancione >>.
<<Questo bilancio – ha sottolineato il Parlamentare di FdI Marcello Taglialatela - provoca un indebitamento che peserà sui cittadini napoletani di oggi e di domani. Auspico che gli addetti ai lavori chiedano conto ai Consiglieri Pdl per la loro grave assenza>>.
<< I numeri – conclude Taglialatela - parlano da soli rispetto allo straordinario lavoro fatto da Fratelli d’Italia, con un gran numero di emendamenti ed  Odg presentati ed approvati e sui quali vigileremo perché vengano tramutati in atti amministrativi>>.
<<In questo momento a Napoli – ha ribadito il Presidente del Consiglio Provinciale di Napoli, Luigi Rispoli – si è determinata un nuovo tipo di larga intesa, di welfare comunale, che coinvolge Pd, Pdl ed Udc>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©