Politica / Napoli

Commenta Stampa

Bilancio Comune Napoli, Idv Campania si dissocia dal no dei consiglieri Esposito e Schiano


Bilancio Comune Napoli, Idv Campania si dissocia dal no dei consiglieri Esposito e Schiano
17/12/2013, 12:42

NAPOLI - “Prendiamo nettamente le distanze dal voto contrario che i consiglieri Luigi Esposito e Carmine Schiano hanno espresso ieri sulla manovra di assestamento del Comune di Napoli. La loro è stata una scelta solitaria, incomprensibile e irrispettosa”. Lo afferma Nello Di Nardo, segretario regionale dell’Italia dei Valori in Campania. 
“La politica- continua Di Nardo- ha bisogno di serietà, tanto più in una città come Napoli che sta vivendo in maniera drammatica il peso della crisi economica e sociale e che, grazie al lavoro dell’amministrazione comunale, sta fronteggiando la delicatissima situazione finanziaria dell’ente pur nei ristretti margini consentiti dai disastrati conti del Comune. Gli atteggiamenti e i comportamenti dei due consiglieri Esposito e Schiano nei confronti dell’amministrazione guidata dal sindaco Luigi De Magistris sono tutt’altro che seri. Chi fa politica non può abbandonarsi alla pratica dei ‘dispetti’, che sono cose da bambini. La loro scelta, ribadisco, è stata solitaria, incomprensibile e irrispettosa. Solitaria, come dimostra il voto favorevole di tutti e gli altri sette consiglieri comunali di Italia dei Valori che, con serietà, continuano a sostenere questa maggioranza. Incomprensibile, perché non si riesce a capire quale segnale si sia voluto dare con il loro no. Irrispettosa riguardo a quanto democraticamente deciso all’interno del partito e al dialogo costante con l’amministrazione comunale”. 
“La loro scelta- conclude il segretario regionale Nello Di Nardo- evidenzia una frattura con il resto del partito. A strettissimo giro discuteremo di quanto avvenuto nelle sedi deputate, affinché ci sia un chiarimento pieno. Non si illudano: dispetti o stravaganze non incideranno nel rapporto che Italia dei Valori ha con il sindaco De Magistris e la sua amministrazione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©