Politica / Regione

Commenta Stampa

Partiti contro Caldoro sul piano di rientro: fumata nera

Bilancio Eav, tagli a feste e fondazioni: la Casta insorge

E il Pd attacca: "Due nuovi assessorati? Uno schiaffo"

.

Bilancio Eav, tagli a feste e fondazioni: la Casta insorge
29/07/2011, 11:07

NAPOLI - Duro scontro tra i partiti in Regione Campania per i tagli a contributi e spese del Consiglio regionale per ripianare i conti in rosso dell’Ente Autonomo Volturno. La scure che giunge sulle spese dell’assemblea, che prevede una drastica riduzione dei cosiddetti contributi a pioggia a musei, fondazioni e feste, scatena le proteste delle anime che compongono la maggioranza di Stefano Caldoro. Il governatore, dal canto suo, si era già detto favorevole a porre la fiducia sulla manovra, ma la variazione del bilancio non trova la fumata bianca per permettere i tagli. La manovra regionale prevede la destinazione di 37 milioni di euro per la ricapitalizzazione dell’Eav, il taglio di 12 milioni di euro al Consiglio Regionale, ed infine un taglio alle spese non obbligatorie pari a 19 milioni di euro.

DUE NUOVI ASSESSORI, E' BAGARRE - C'è anche la questione dei due nuovi assessorati a tenere banco a Palazzo Santa Lucia. Secondo Enzo Amendola (Pd)
"è uno schiaffo ai cittadini colpiti dalla crisi economica. Una scelta vergognosa che segue comportamenti immorali di altri esponenti della destra campana per l'esplosione dei costi della politica".

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©