Politica / Politica

Commenta Stampa

Bilancio Ue: Alleanza cooperative pesca, tagli settore una mannaia


Bilancio Ue: Alleanza cooperative pesca, tagli settore una mannaia
16/11/2012, 14:25

“Una ulteriore mannaia, quella che arriva sui fondi europei, che, dopo l'esclusione della pesca dal maxiemendamento sulla legge di stabilità,  rischia di affondare definitivamente il settore,”. Questo il giudizio dell’Alleanza delle Cooperative italiane pesca sulla proposta delle Presidenza del Consiglio Ue che prevede tagli drastici al bilancio pluriennale dell'Unione per il periodo 2014-2020.

 

Rispetto alla proposta della Commissione europea, già di per sé insufficiente ad accompagnare l'attuazione dei drastici cambiamenti preannunciati dalla riforma della Pcp, per il nuovo Fondo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), la Presidenza prevede un taglio del 4,5%, ovvero di 30 milioni di euro.

“Risorse ridotte all’osso che saranno utilizzate per più aree di intervento, rispetto all’attuale fondo europeo per il Settore (FEp), e saranno destinate a più Paesi, visto che da luglio entrerà nell’Unione anche la Croazia” sottolinea l’Alleanza.

Il Feamp, rispetto al Fep, non finanzierà, infatti, solo la pesca e l’acquacoltura ma anche gli affari marittimi, gli accordi internazionali e le misure di mercato.

 L’Alleanza delle cooperative italiane chiede l'intervento del Governo per assicurare al settore della pesca nei prossimi anni risorse finanziarie adeguate per garantire la continuità produttiva delle imprese e la vitalità socio-economica delle comunità costiere più dipendenti dal settore.

“Senza stanziamenti adeguati verrà meno la possibilità di attuare una riforma della politica comune della pesca più ambiziosa ed efficace anche in termini di conservazione degli stock ittici. Non è assolutamente possibile affrontare la gravi crisi in atto e pensare a politiche di rilancio con queste risorse, che non possono essere tagliate ma semmai implementate” ribadisce l’Alleanza.   

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©