Politica / Parlamento

Commenta Stampa

BOBBIO (PDL): NONNO SI E' SOSPESO PER NON COINVOLGERE IL PARTITO


BOBBIO (PDL): NONNO SI E' SOSPESO PER NON COINVOLGERE IL PARTITO
07/10/2008, 09:10

La Federazione provinciale di An prende atto dell’auto sospensione del consigliere Nonno dal Partito apprezzandone il senso di responsabilità politica teso ad evitare che il partito possa in modo alcuno trovarsi coinvolto in vicende che, se dimostrate, si collocano ad anni luce di distanza dalla tradizione, dai valori e dall’identità di una formazione che, da sempre, vive il rispetto della legge e la avversione per ogni forma di delinquenza come limite invalicabile. – lo afferma l’on. Luigi Bobbio, presidente provinciale An - La Federazione Provinciale di Napoli di Alleanza Nazionale auspica che si compiano le doverose attività di verifica delle magistratura nella convinzione, peraltro, che il consigliere Nonno avrà modo di dimostrare che la sua condotta nel corso della concitata vicenda di Pianura fu dettata unicamente dalla volontà di rappresentare a sostenere il diffuso disagio della gente di Pianura di fronte ad una decisione che alle popolazioni interessate apparve subito ingiusta. La stessa federazione di Napoli si schierò fin dal primo momento contro l’idea veicolata dallo stesso Presidente Bassolino di riaprire la discarica di Pianura. Il progetto era a tal punto inaccettabile che la stessa magistratura dovette procedere, in seguito, al sequestro del sito. Resta inteso che ogni protesta popolare è accettabile e sostenibile fintanto che si mantenga negli stretti limiti della legalità formale e sostanziale. La Federazione confida che il consigliere Nonno saprà prontamente dimostrare agli inquirenti di aver agito nell’adempimento del suo mandato politico e nel rispetto dei suddetti limiti di legalità.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©