Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Offensiva diplomatica del Fli contro il Pdl

Bocchino propone governo con Fli, centristi e Pd


Bocchino propone governo con Fli, centristi e Pd
23/08/2010, 15:08

ROMA - Offensiva diplomatica da parte del finiano Italo Bocchino contro il Pdl. Intervenendo sul sito di "Generazione Italia", il capogruppo alla Camera di Fli lancia una proposta di governo: "L’unica strada che ha il premier è appellarsi al Parlamento come gli ha consigliato Casini per varare un nuovo governo con un profilo alto e riformatore e una maggioranza più ampia, costruendo una nuova coalizione che comprenda i partiti di Fini, Casini e Rutelli e i moderati del Pd ormai delusi". Altrimenti, continua Bocchino, a vincere sarà Bossi: "Se davvero si andasse a elezioni anticipate le uniche due certezze sarebbero il travaso di voti dal Pdl alla Lega e una maggioranza al Senato diversa da quella della Camera. In uno scenario del genere Bossi avrebbe gioco facile a chiedere un passo indietro al Cavaliere, che verrebbe pensionato da quello che ritiene l'alleato più fedele, aprendo così la strada a un governo Tremonti che sarebbe a propulsione leghista e otterrebbe il voto di una maggioranza larghissima che si formerebbe con l'obiettivo reale di mandare definitivamente a casa Berlusconi".
Contemporaneamente, il Vice Ministro allo Sviluppo Economico Adolfo D'Urso, avanza le condizioni per questa collaborazione: "Cessino gli attacchi istituzionali al presidente Fini", dice Urso e si annulli la riunione dei probiviri prevista per metà settembre", perchè non sono possibili "processi alle idee". Inoltre viene rispedita al mittente l'accusa di aver creato uno strappo all'interno del Pdl: "Sono altri che hanno fatto uno strappo con i nostri elettori, cacciando con un documento illiberale Gianfranco Fini, che è stato il confondatore del Pdl. Ma io mi auguro ancora che prevalga la ragione. Questo è il settembre della verità".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©