Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"Provo mortificazione e tristezza per la sinistra"

Bondi: "La mozione di sfiducia è un'iniziativa abnorme"


Bondi: 'La mozione di sfiducia è un'iniziativa abnorme'
17/11/2010, 19:11

ROMA - "La mozione di sfiducia individuale presentata dal Pd e da Di Pietro contro di me  da una parte mi infligge uno stato di angosciosa mortificazione. Dall'altra parte però suscita un sentimento di profonda tristezza dinnanzi al volto sfigurato di una sinistra, della quale mio padre e io nel passato abbiamo fatto dignitosamente parte, che si accanisce con una iniziativa abnorme".  Queste le parole del ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi, in seguito alla decisione presa dalla Conferenza dei capigruppo di Montecitorio, su richiesta del Pd. L'aula della Camera voterà infatti il 29 novembre la mozione di sfiducia individuale presentata dalle opposizioni contro il ministro Bondi, dopo il crollo a Pompei.
La decisione ha fatto insorgere la maggioranza. “Lo consideriamo – ha denunciato il capogruppo Pdl Fabrizio Cicchitto al termine di oltre un’ora di riunione dei capigruppo con il Presidente Gianfranco Fini- una grave lesione dell’accordo istituzionale che era stato raggiunto sulle mozioni riuguardanti la fiducia al governo a garanzia dell’approvazione senza traumi della legge di stabilità, anche in considerazione della delicata situazione economica internazionale”.
La mozione di sfiducia al ministro Bondi – ribatte invece deciso il capogruppo Pd Dario Franceschini che ha chiesto e ottenuto il voto comunque sulla mozione di sfiducia individuale al ministro – non c’entra assolutamente nulla con l’intesa istituzionale raggiunta e che noi intendiamo rispettare”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©