Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Le riprese fatte col telefonino da Stefano Pedica (Idv)

Bondi ripreso mentre fa il "pianista" al Senato

Il tutto sotto gli occhi di uno Schifani indifferente


Bondi ripreso mentre fa il 'pianista' al Senato
21/12/2010, 13:12

ROMA - Quella dei "pianisti" nel Parlamento italiano è una vera e propria piaga. Con questo termine si intende coloro che votano non solo per se stessi ma anche per qualche collega di partito. C'è sempre qualcuno che se ne lamenta (di solito quella che di volta in volta è l'opposizione) ma di solito nessuno prende provvedimenti. Ma questa volta Stefano Pedica, deputato dell'Italia dei Valori, usa il telefonino per beccare una vittima illustre: il Ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi, che dai banchi del governo vota almeno due volte anche per conto di un collega.
Pedica ha chiesto al Presidente del Senato Renato Schifani di prendere provvedimenti, che - in base al regolamento del Senato - sono l'espulsione immediata dall'aula e successive sanzioni da prendere a carico del trasgressore. Ma come si vede dalle immagini, Schifani sta esattamente dietro Bondi e non fa nulla per fermarlo. Così come non fanno nulla i commessi, che sono incaricati - tra le varie cose - proprio di segnalare queste irregolarità. Difficile immaginare che la cosa, anche se è perfettamente dimostrata, provochi sanzioni

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©