Politica / Politica

Commenta Stampa

Dura nota contro le "colombe" di partito

Bondi: "Se il Pdl accetta la decadenza, lascio il partito"


Bondi: 'Se il Pdl accetta la decadenza, lascio il partito'
06/11/2013, 10:45

ROMA - Nella vicenda delle lotte intestine del Pdl, interviene con una nota Sandro Bondi. Ed è una nota molto dura: "Se il Popolo della Libertà/Forza Italia si avvia a diventare un partito di correnti,animosamente contrapposte sulla base di ragioni di puro potere, e se la prospettiva è quella di accettare supinamente, pur con qualche vibrante dichiarazione di facciata, la decadenza di Berlusconi dal Parlamento, oltre al fatto di dover votare a qualunque costo una legge di stabilità che contribuirà a peggiorare la crisi e la sofferenza di tutti gli italiani, personalmente dopo tanti anni di onesto impegno non potrò approvare e riconoscermi in queste scelte". 
Insomma, una vera e propria chiamata alle armi in difesa del premier. Resta una domanda: la minaccia di lasciare il partito sarà un dissuasore sufficiente?  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©