Politica / Politica

Commenta Stampa

Giornata romana per De Magistris

Bonifica Bagnoli, ci vuole un garante


.

Bonifica Bagnoli, ci vuole un garante
15/05/2013, 11:04

NAPOLI –  L’istituzione di un garante del governo per la bonifica di Bagnoli. Questo l’obiettivo da raggiungere per risolvere l’annosa questione dell’area campana dell’ex italsider. Per il primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris, la terza città di Italia, la capitale del sud versa in una grave situazione che necessita un coinvolgimento attivo  del Governo centrale . Per tale motivo è stato progettato l'istituzione immediata di un tavolo per Bagnoli che veda coinvolti "i massimi livelli istituzionali". Questo l’accordo  a grandi linee dell’incontro avvenuto a Roma tra il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, e il sindaco della città partenopea. In una nota diffusa dal Comune, si evince  che il tavolo dovrà affrontare "il tema della bonifica ambientale dell'area, alla luce del provvedimento di sequestro disposto dall'autorità giudiziaria e - prosegue la nota - a partire dall'urgenza di realizzare subito la bonifica dei fondali marini" da Nisida fino al pontile. Per questo intervento  sono già stati  già stanziati e resi disponibili circa  50 milioni di euro. Il sindaco de Magistris ha, inoltre, incontrato il ministro della Difesa Mario Mauro, e il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Vincenzo De Luca. Nulla di fatto per  impegni relativi ai disordini riguardanti la Tav  per l’appuntamento previsto con  il ministro dell'Interno e vicepremier,  con  Angelino Alfano. De Magistris ha definito la sua giornata romana  "proficua e costruttiva".

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©