Politica / Politica

Commenta Stampa

A giugno si discuterà della espulsione

Borghezio ritira le accuse contro ministro

Per ora è in corso l’autosospensione

Borghezio ritira le accuse contro ministro
22/05/2013, 16:18

STRASBURGO – “Sento il dovere di formulare le mie scuse più convinte al ministro Cecile Kyenge”, queste le parole  di Mario Borghezio a  Strasburgo. Il rappresentante europeo ha aggiunto: “Ritiro le mie parole. Mi rammarico  di aver recato disonore al Parlamento ed al gruppo Efd”.  Per la polemica e per l’offesa contro il Ministro, lo stesso Borghezio aveva deciso di autosospendersi dal  gruppo, "Europa della libertà e della democrazia". In merito a  Mario Borghezio Francesco Speroni, co-capogruppo Efd, ha commentato : “I nostri colleghi, quelli britannici, si ritengono indignati, hanno chiesto la sua testa. C ’è stata quindi una richiesta di sospensione a cui Borghezio non si è opposto”.  Si attende l’incontro, che avverrà dal 10 al  13 giugno, per discutere sulla possibile espulsione. “ La procedura è stata attivata, ma è stato anche deciso di ascoltare l’incolpato e Borghezio ha chiesto tempo per preparare la sua difesa”, ha continuato Speroni.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©