Politica / Politica

Commenta Stampa

Presentato un disegno di legge

Borghi (Lega): "Le riserve auree di Bankitalia passino allo Stato"


Borghi (Lega): 'Le riserve auree di Bankitalia passino allo Stato'
19/12/2018, 16:18

ROMA - La Lega ritorna su un vecchio progetto, tentato già più volte durante i governi con Berlusconi: mettere le mani sulle riserve auree della Banca d'Italia. La proposta questa volta è contenuta in  un disegno di legge presentato dal leghista Claudio Borghi e incardinato ieri in Commissione Finanze della Camera dei Deputati. Il punto è semplice: la Banca d'Italia possiede riserve auree per circa 2500 tonnellate. Il disegno di legge, che consta di un unico articolo, sposta la competenza nella gestione di quell'oro nelle mani del governo, mentre attualmente fa parte delle riserve che garantiscono sia l'arttività di Bankitalia sia l'euro. 

Ovviamente, la mossa è pericolosissima. Mettere quelle riserve auree nelle mani di un politico significa, se va tutto bene, dilapidarle. E Borghi, da sostenitore del cosiddetto sovranismo, ha detto più volte che le riserve auree dovrebbero servire per garantire una moneta nazionale o, in alternativa, essere vendute per dare allo Stato più risorse da usare, visto che la Bce - secondo lui - non ci fa la cortesia di regalare all'Italia tutti i soldi che lo Stato vuole. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©