Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ora il Pdl è più cauto

Bossi e Schifani fanno retromarcia, elezioni più lontane


Bossi e Schifani fanno retromarcia, elezioni più lontane
10/09/2010, 13:09

ROMA - Cambio di rotta per il Pdl e la Lega che, come sempre, vanno in ordine sparso ma solo finchè non si è espresso il padrone; dopo sono tutti allineati. E così, dopo Umberto Bossi che ieri proponeva di far mancare la fiducia per far cadere il governo ed andare immediatamente ad elezioni, magari entrio la fine di novembre, oggi il dietrofront: niente elezioni, perchè in questo momento la popolazione non lo capirebbe e cose del genere, figlie di un copione già visto.
Stessa cosa per il Presidente del Senato, Renato Schifani. Intervistato oggi, ha espresso parole di massimo rispetto per il suo omologo della Camera, Gianfranco Fini: "Per regolamento e Costituzione il presidente Fini non è affatto sfiduciabile, se esercita il suo ruolo con autorevolezza, imparzialità e professionalità che gli vengono riconosciute". A cui poi sono seguite parole contrarie all'idea di elezioni anticipate: "Gli italiani chiedono l'attuazione del programma e pretendono governabilità. Le elezioni anticipate sono sempre un trauma per la democrazia e vanno evitate a meno che non ci siano situazioni e circostanze tali e irreversibili che innescano una crisi irrisolubile. E' chiaro che l'ultima parola spetta al capo dello Stato". Cioè l'esatto contrario di quanto detto fino a due giorni fa

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©