Politica / Politica

Commenta Stampa

La Lega

Bossi: Faccio quello che posso. Maroni: Pulizia. Rivoglio la Lega che conosco

Martedì a Bergamo serata dell'orgoglio leghista

Bossi: Faccio quello che posso. Maroni: Pulizia. Rivoglio la Lega che conosco
08/04/2012, 10:04

Umberto Bossi non si arrende, nonostante sia visibilmente provato da queste ore di fuoco.
Nelle sue ultime dichiarazioni emerge la preoccupazione per l'unità del partito, e la volontà di fare un passo indietro:  "Devo stare lontano adesso, non posso fare altro, stare un passo indietro, han tirato dentro i miei figli, una cosa tremenda...".
Poi però, il neopresidente, ha uno scarto di fierezza politica seppur condita di mestizia: "l'unica cosa che posso fare adesso è cercare di tenere unito tutto, tenere unita la Lega, evitare scontri tra i dirigenti. Li aiuto un po'... faccio quello che posso".
Intanto Roberto Maroni in un discorso a tratti 'patriottico' invita ad una piena presa di responsabilità, e invoca la pulizia in nome di un qualcosa di più grande delle singole divisioni, la Lega .
- "Abbiamo vissuto tutti una giornata campale l'altro ieri, abbiamo passato momenti di passione, di commozione. Ma tutti abbiamo una responsabilita' e un dovere: tutti, nessuno escluso dobbiamo mettere da parte, se ci sono, le personali antipatie, le divisioni. Qui c'e' un problema piu' grande di noi per il quale sentire il dovere di lavorare: la Lega, la potentissima."
 " Per vincere le elezioni "- conclude - "dobbiamo lavorare per la potentissima Lega, su tutto il resto e' ora di dire basta".
Con queste parole Roberto Maroni invita i fedelissimi a lavorare, ripulire e ricominciare: "Adesso si gira pagina, basta davvero. La parola d'ordine e' motori avanti tutta: la Lega prosegue il suo progetto di cambiamento". E il prossimo banco di prova saranno le amministrative che "dobbiamo vincere e affermare la nostra diversita'".  Intervistato dal quotidiano 'la Padania' ha poi aggiunto: "Lasciamo parlare i gufi che ci danno per morti".
"Pulizia, pulizia e pulizia, senza guardare in faccia a nessuno!!! Rivoglio la Lega che conosco, quella dei militanti onesti che si fanno un culo cosi' sul territorio senza chiedere nulla in cambio, se non la soddisfazione di sentirsi orgogliosi di essere leghisti". Lo scrive Roberto Maroni sulla sua pagina facebook, ribadendo l'appuntamento a Bergamo, di martedi' prossimo: "tutti a Bergamo martedi' per la grande serata dell'orgoglio leghista - scrive ancora l'ex ministro - un abbraccio a tutti i 'barbari sognanti', passate una Pasqua serena".
 

Commenta Stampa
di Anna Carla Broegg
Riproduzione riservata ©