Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Continua la campagna di insulti contro il candidato sindaco

Bossi: "Pisapia è matto, non gli lasceremo Milano"


Bossi: 'Pisapia è matto, non gli lasceremo Milano'
19/05/2011, 16:05

MILANO - Continuano le dichiarazioni del Pdl contro Giuliano Pisapia, candidato sindaco a Milano per il centrosinistra, in contrapposizione al sindaco uscente Letizia Moratti. Oggi tocca al leader leghista Umberto Bossi che, al termine dell'incontro col premier Silvio Berlusconi, è andato giù pesante: "I milanesi non daranno la città in mano agli estremisti di sinistra. La Lega si impegnerà. Non la lasciamo in mano a un matto, Pisapia, che vuole riempirla di clandestini, moschee e vuole trasformarla in una zingaropoli. Non abbandoniamo Milano nelle mani di questa gente". Poi ha aggiunto che la Lega non abbandonerà il Pdl, ma "il problema è fare un progetto per il cambiamento, fare le riforme". Perchè è vero che c'è il federalismo, ma questo "darà effetti solo tra qualche anno".
Resta il problema che nessun cambiamento è possibile, senza una maggioranza politica in Parlamento. Maggioranza politica che riesce a compattarsi solo sulle leggi ad personam a favore del premier, ma è incapace di fare altro

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©