Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il senatùr alla strenua difesa del leader di governo

Bossi su giustizia:"Evidentemente Berlusconi è un perseguitato"


Bossi su giustizia:'Evidentemente Berlusconi è un perseguitato'
27/08/2010, 22:08

LAVENO (VARESE) - Sembrano lontani, quasi irraggiungibili anche solo con l'immaginazione e la rievocazione i tempi in cui, la Laga Nord, attraverso il noto quotidiano "La Padania", dipingeva Silvio Berlusconi come un raro ed insopportabile esemplare di settentrionale filomafioso.
A distanza di qualche anno (e di qualche alleanza ritrovata) non più un sol dubbio riguardo la totale innocenza ed addirittura il ruolo di vittima interpretato dal Premier pare caratterizzare le candide ed intransigenti coscienze del popolo verdano. A conferma di un cambio d'opinione clamoroso ma noto da diversi anni arrivano infatti le dichiarazioni di Umbero Bossi sul tema della giustizia e dei guai legali patiti dal proprio fedele alleato.
Il Senatùr, al termine dell'inaugurazione del Mipam, ha dunque osservato:"A chiunque lo si chieda in mezzo alla strada ti dice 'troppi processi'. Evidentemente è perseguitato, quindi le cose dopo un po' danno fastidio a tutti anche alla gente comune". Per tale scientifica constazione, dunque "Berlusconi è evidentemente un perseguitato (dalla giustizia e dai magistrati "comunisti" ndr)".
Con il processo breve che rischia seriamente di non tramutarsi in salvifica realtà normativa, è quindi più che evidente la volontà del Pdl e della Lega di far cerchio attorno al Presidente del Consiglio; assumendo un atteggiamento preventivo nei confronti di eventuali condanne e di ulteriori fascicoli aperti a suo nome. A questo punto, ci venga però concessa un'ironica riflessione: se Silvio Berlusconi è "evidentemente un perseguitato", Bossi è evidentemente fornito di memoria e/o coerenza alquanto scadenti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©