Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Scontro tra Evangelisti dell'Idv e il leghista Ranieri

Botte a Montecitorio, governo va sotto su legge che riordina l’agricoltura


Botte a Montecitorio, governo va sotto su legge che riordina l’agricoltura
11/02/2010, 13:02


ROMA. Botte nell’aula di Montecitorio dopo la seconda bocciatura del governo sulla legge che riordina l’argicoltura. A darsele di santa ragione, con pugni e spintoni, il deputato dell’Italia dei valori Fabio Evangelisti e quello leghista Fabio Rainieri. Seduta sospesa, nervi tesissimi, oggi i due saranno sanzionati dall’ufficio di presidenza.
Tutto nasce da una frase di Evangelisti, dopo che il presidente di turno Maurizio Lupi invitava alla calma i leghisti: «Li lasci - dice il deputato dipietrista - perché le scimmie quando escono dalla mostra fanno così» (riferendosi ad una polemica sulla mostra dei primati a Torino). I commessi si sono interposti, il presidente della commissione Bilancio Giancarlo Giorgetti ha bloccato Gianluca Buonanno, ma Fabio Rainieri è riuscito a raggiungere Evangelisti. Tra i due sono volati pugni. Lupi ha sospeso la seduta.
Finale ancora più pesante in Transatlantico. «Eccolo lì, uno che mi vuole picchiare», urla in Evangelisti vedendo il leghista Matteo Brigandì che gli si scaglia contro ma viene subito bloccato dai colleghi. Ma il deputato del Carroccio non riesce a tenere a freno la lingua: «Dì una parola che ti spacco il culo. E non farti più vedere in giro perché appena ti incontro da solo ti spacco la faccia». Brigandì in una nota dirà poi di aver reagito alla provocazione di un dito medio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©