Politica / Parlamento

Commenta Stampa

L'annuncio in Tribunale al processo che lo vede imputato

Brancher annuncia le dimissioni, Berlusconi: "Condivido"


Brancher annuncia le dimissioni, Berlusconi: 'Condivido'
05/07/2010, 10:07

MILANO - I sospetti sono diventati realtà: Aldo Brancher ha scelto di dimettersi dal ruolo di Ministro. L'ha annunciato lo stesso politico, durante l'udienza in corso questa mattina al processo che lo vede imputato dell'appropriazione indebita di circa un milione di euro, nell'ambito della scalata ad Antonveneta effettuata anche da Giampiero Fiorani, allora presidente della Banca Popolare di Lodi.
Durante l'udienza Brancher ha rilasciato una lunga dichiarazione spontanea al Gup Annamaria Gatto, nella quale annuncia di rinunciare alla richiesta di sospensione del processo in base alla legge sul legittimo impedimento e che presto si dimetterà. Inoltre ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato: cioè un processo fatto sulla base dei documenti già nel fascicolo del Pubblico Ministero e senza esame di testimoni. In cambio, in caso di condanna, l'imputato ha diritto ad uno sconto di pena di un terzo.
Subito dopo è stata diffusa una nota da Palazzo Chigi, nella quale si dice che la scelta di Brancher è condivisa dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che aggiunge: "La volontà di evitare il trascinarsi di polemiche ingiuste e strumentali, dimostra ancora una volta la sua volontà di operare esclusivamente per il bene del Paese e non già per interessi personali. Sono certo che superato questo momento l'on. Brancher potrà, come sempre, offrire il suo fattivo contributo all'operato del Governo e alla coalizione".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©