Politica / Politica

Commenta Stampa

Capogruppo Pdl, paragone caso Ruby? Ipocrita non farlo

Brunetta: "Cancellieri non deve dimettersi". Difesa dal Pdl

No rischi per il governo Letta, si dicono fiduciosi

Brunetta: 'Cancellieri non deve dimettersi'. Difesa dal Pdl
03/11/2013, 20:02

ROMA-  Dopo il Presidente del Consiglio Enrico Letta, non mancano le dichiarazioni del Pdl ed in particolare di Brunetta che interviene per difendere il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, a seguito delle accuse per il suo intervento nel caso di Gliulia Ligresti.

"Il Guardasigilli non deve dimettersi, anzi, martedì prossimo, quando riferirà alla Camera, io la difenderò ma le ricorderò che i due pesi e le due misure non sono accettabili", ha dichiarato il capogruppo del Pdl alla Camera ai microfoni di di SkyTg24 ed ha aggiunto: "Come non si può fare un parallelo con il caso Berlusconi - in riferimento al caso Ruby - sarebbe ipocrita non farlo. Tutti gli italiani stanno pensando questo: 7 anni a Berlusconi per una telefonata in questura per sapere se una persona, che non aveva fatto nulla, poteva essere affidata a qualcuno che si prendesse cura di lei".

"Non credo possa essere il colpo finale al governo Letta. Mentre rischia sulla legge di stabilità che non va bene" risponde Renato Brunetta alla domanda sulle probabili ripercussioni della vicenda sul governo. Più ottimista si dice Fitto: "Non useremo questa vicenda in modo strumentale per indebolire l'esecutivo". 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©