Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Caccavale: "Sulla storia del magistrato De Magistris, il sacrificio di Enzo Tortora ci sia di monito"


Caccavale: 'Sulla storia del magistrato De Magistris, il sacrificio di Enzo Tortora ci sia di monito'
28/05/2011, 08:05

"Siamo assolutamente certi che l'on.De Magistris sia totalmente estraneo al proditorio attacco subito dal Comitato del suo rivale al ballottaggio. Non giurerei invece sull'estraneità all'accaduto di frange dei suoi sostenitori, che promuovono con metodi totalitari "l'attività politica rivoluzionaria e la lotta per fare dell’Italia un nuovo paese Comunista". Quanto alle dichiarazioni di De Magistris relativamente alla sua storia di magistrato che avrebbe "sempre contrastato ogni forma di violenza" ci viene un pò da ridere, se non da piangere. Come abbiamo tentato di documentare in questi giorni, attraverso le sue vittime, la storia del magistrato De Magistris parla chiaro. Ha sconvolto la vita di tanti per pura ambizione personale e mediatica, facendo spendere milioni di euro per consulenze (tutte da chiarire) e per risarcire tutti gli innocenti ingiustamente incarcerati in anni di attività fallimentare (ed impunita). Ha perso tutti i processi "simbolo" da lui istruiti, a spese del povero contribuente, oltre a tutte le altre inchieste messe in piedi con grande clamore che si sono arenate prima ancora di giungere in dibattimento. E' paladino della legalità chi si è occupato di reati contro la pubblica amministrazione, ma nessuno dei suoi indagati è stato mai condannato per reati contro la pubblica amministrazione? Ha sempre contrastato ogni forma di violenza chi è stato giudicato così dalla stessa Magistratura (dal Consiglio Giudiziario): "Il dato certo è che il dr.De Magistris è del tutto inadeguato, sul piano professionale e sul piano dell’equilibrio e sul piano dei diritti delle persone solo sospettate di reato, a svolgere le funzioni di PM"? A tutti i liberali, ai libertari, ai garantisti, chiedo sommessamente ma con crescente inquietudine: chi ha avuto modo di verificare l'attività di questo magistrato che con le sue inchieste flop, ma ben orchestrate sui giornali prima di scoppiare come bolle di sapone, ha distrutto vite, persone, famiglie, imprese, posti di lavoro e reputazioni, se la sente di affidargli le sorti della nostra già martoriata città? Per onorare il sacrificio di Enzo Tortora, il cui nome resterà per sempre scolpito nei nostri cuori con un senso di colpa indescrivibile, vi chiedo di pensarci bene prima di mettere quella croce sulla scheda elettorale, domenica e lunedì a Napoli. E se decideste comunque di sostenere De Magistris, prego Enzo Tortora di perdonarci e da lassù di aiutarci come noi non siamo stati capaci di aiutare lui.". Così una nota a cura dell'on. Ernesto Caccavale, Portavoce regionale PdL Campania.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©