Politica / Regione

Commenta Stampa

Caiazzo(PD): "Con l’emergenza rifiuti c’è stata anche una campagna mediatica forte volta a colpire la Campania"


Caiazzo(PD): 'Con l’emergenza rifiuti c’è stata anche una campagna mediatica forte volta a colpire la Campania'
19/03/2010, 18:03

NAPOLI - “Il problema dei rifiuti non è stato ancora definitivamente risolto. Credo che ogni zona del territorio campano debba dare il suo contributo per la soluzione del problema; però, va anche detto che la decisione di fare una discarica del tal quale all'interno del Parco Nazionale del Vesuvio è poco ragionevole e saggia. Altra cosa sarebbe stata la realizzazione di impianti per il trattamento della frazione organica e la realizzazione del compost, con cui magari riempire le tante buche che ci sono anche nell'area del Parco. In quel caso avremmo avuto un'operazione di recupero del complesso Monte Somma - Vesuvio. Voglio sottolineare, inoltre, che questa volta, a differenza del passato, non abbiamo visto né parlamentari, di destra o di sinistra, né sindaci con le fasce tricolori bloccare le strade contro la decisione del governo Berlusconi di localizzare in pieno Parco Nazionale una discarica di tal quale". È quanto dichiarato da Michele Caiazzo, candidato nella lista del PD alle elezioni regionali del 28 e 29 Marzo 2010 nel collegio di Napoli e provincia, intervenendo ad un dibattito svoltosi a Portici. Al suo fianco c'era l'europarlamentare PD Andrea Cozzolino.
“I primi anni di emergenza rifiuti - ha proseguito Caiazzo - non l'ho vissuti da consigliere regionale ma da sindaco e dunque so bene quali siano state le difficoltà. E so anche bene che i picchi più gravi dell’emergenza non si sono registrati negli anni in cui c'è stato come commissario Bassolino, dal 2000 al 2004, ma dopo. Anche se, poi, tutte le responsabilità sono state scaricate sul Presidente della Giunta Regionale, anche quando non aveva nessun potere commissariale. C’è stata una campagna mediatica forte, volta a colpire la Campania non solo dal punto di vista politico”.
“Nei 10 anni di governo del centrosinistra in Campania - ha proseguito Caiazzo - non tutto è stato negativo. Penso in modo particolare a quanto è stato fatto nel settore dei trasporti, campo nel quale oggi la nostra Regione è all'avanguardia non solo in Italia ma anche in Europa: sono state realizzate o riqualificate numerose stazioni ferroviarie, è nata la metropolitana del mare, è stata migliorata la rete dei collegamenti ferroviari e stradali nell'entroterra. La Campania ha compiuto passi in avanti anche in altri campi". L’esponente regionale del PD ha ricordato come la Campania si sia resa protagonista di progetti importanti "anche nel campo dell'agricoltura, dell'industria, dei servizi. Abbiamo avuto - ha concluso Caiazzo - grandi insediamenti di carattere commerciale. Abbiamo visto una Regione che ha sostenuto fortemente le università e le attività di ricerca; una Regione vicina alle imprese con il Piano di Azione di Sviluppo Economico Regionale (PASER), e ai lavoratori delle fabbriche in crisi, non ultima la Fiat, con l’integrazione al reddito attraverso corsi di formazione e riqualificazione".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©