Politica / Regione

Commenta Stampa

Calabrò: “micidiali i tagli al decreto Balduzzi”


.

Calabrò: “micidiali i tagli al decreto Balduzzi”
22/10/2012, 13:38

NAPOLI – Parole durissime ha espresso il consigliere per la sanità della presidenza della regione Campania Raffaele Calabrò contro i tagli imposti al decreto del Ministro Balduzzi che nella giornata di oggi sarà all’attenzione dell’aula del Senato. “I tagli applicati dal ministero dell’Economia sul decreto Balduzzi, hanno reso la riforma incompleta e dannosa”. Queste le prime dichiarazioni dal senatore Calabrò, che poi ha rincarato la dose, sottolineando: “È un aborto, non si possono cambiare le cose senza investire, ma applicando addirittura dei tagli, siamo al limite della credibilità”. Entro il prossimo anno sono a rischio circa 2 miliardi di euro che il Paese si appresta a perdere e che si andrebbero ad aggiungere agli oltre 20 già andati in fumo negli ultimi 36 mesi. E’ evidente che lo Stato centrale non ha il polso della situazione relativamente ad un settore strategico, come quello sanitario, che sta incontrando troppi divieti in questi ultimi anni. E meno male che stiamo parlando della salute pubblica. Unici capitoli salvi del decreto, quelli relativi all’intramoenia e ai disturbi legati al gioco d’azzardo, per tutto il resto il vuoto che nessuno intende colmare. I tagli del ministero proposto non solo mettono in discussione l’assistenza sanitaria così come l’abbiamo sempre concepita, ma minano quel rapporto di fiducia tra i cittadini e la Sanità pubblica non più in grado di svolgere la sua funzione primaria. Il professore Calabrò si è anche detto scettico sul fatto che al DL si possa “mettere mano”, anche per i tempi rapidissimi richiesti per l’approvazione del testo che già “approvato con voto di fiducia alla Camera, passerà certamente senza variazioni in Senato”. Una cosa ancora sperano in molti: che possa scadere il termine perentorio del 12 novembre in tal modo che il decreto decadrebbe.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©