Politica / Regione

Commenta Stampa

L'aspirante governatore in un incontro all'Acen

Caldoro: imprenditori bastonati dalla cattiva politica


.

Caldoro: imprenditori bastonati dalla cattiva politica
27/02/2010, 10:02

NAPOLI - “Sono stati anni difficili per chi fa impresa in Campania. Tante le iniziative in cantiere, tutte bloccate. Non sono mai state create per i privati le condizioni per effettuare investimenti sicuri. Le imprese oggi pagano i danni di una cattiva politica che amministra da anni la regione”. Stefano Caldoro, in un incontro all’Acen di Napoli, ha sottolineato i problemi di cui soffrono le classi imprenditoriali della regione. Il candidato presidente del centrodestra ha anche elaborato proposte concrete, prima fra tutte la creazione di ‘un dipartimento per il controllo dell’attuazione del programma’ , uno strumento per ‘verificare quanto si promette’. ‘Non penso se e’ possibile istituire un assessorato – ha detto – ma un dipartimento forse e’ possibile’. Per Caldoro è necessario avere delle idee precise: ‘Penso a Bagnoli. Se si cambia continuamente idea non si risolverà mai nulla’.

Il candidato presidente ha anche toccato il punto dell’edilizia scolastica: ‘Sono decenni che per le scuole non si interviene radicalmente. Occorre un grande piano di recupero’. ‘L’ultima legge di piano – ha aggiunto Caldoro – e’ stata la Falcucci. Poi le competenze sono passate alle Province e sappiamo come e’ finita’.

Caldoro ha poi concluso: ‘Quelli che vi invitavano ad arricchire vi hanno solo dato una bastonata nella schiena’.
‘Quello che e’ stato fatto in questi anni e’ semplicemente delittuoso – ha aggiunto Caldoro – E lo dimostra quanto voi dite: il 60 per cento del vostri fatturato viene fatto fuori regione’. Caldoro ha poi aggiunto facendo riferimento a quanto disse anni fa il suo avversario, il sindaco Vincenzo De Luca: ‘Qualcuno ha detto di arricchirvi, vi hanno dato solo una bastonata’.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©