Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Con 293 voti contrari e 188 favorevoli, mozione bocciata

Camera: Calderoli salvato dalla sfiducia. il Terzo Polo si astiene


Camera: Calderoli salvato dalla sfiducia. il Terzo Polo si astiene
22/12/2010, 14:12

ROMA - Con 293 voti contrari, 188 favorevoli e 64 astenuti, la mozione che chiedeva le dimissioni del Ministro della semplificazione Roberto Calderoli è stata bocciata alla Camera. La mozione era stata depositata da Pd e Idv quando si era scoperto che, nelle pieghe di un articolo, il Ministro aveva abolito il reato di associazione a banda armata per evitare il processo a 36 camicie verdi, dopo che lo status di parlamentari aveva evitato l'incriminazione ai vertici del partito, che avevano creato questa associazione illegale.
Durante le dichiarazioni di voto, Calderoli ha difeso la propria decisione, sostenendo che si tratta di "una scelta effettuata dal comitato tecnico incaricato della redazione dello schema di codice dell'ordinamento militare".
Da notare che mentre Pd ed Idv hanno votato contro, il cosiddetto Terzo Polo si è astenuto. Cosa che ha provocato l'ira dei dipietristi, rappresentati dal deputato Leoluca Orlando: "Dopo aver condiviso tutte le nostre censure si è pilatescamente e contraddittoriamente astenuto. E' veramente
deplorevole la subalternità dei rutelliani, dell'Udc e dei finiani alle menzogne del ministro del Carroccio, nell'esercizio della delicatissima funzione legislativa esercitata dal governo per delega".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©