Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Prove generali di nuove maggioranze?

Camera: la maggioranza va sotto due volte sul Trattato Ue


Camera: la maggioranza va sotto due volte sul Trattato Ue
23/11/2010, 12:11

ROMA - Doppio schiaffone alla maggioranza, oggi, alla Camera dei Deputati. In due votazioni a scrutinio segreto, sull'approvazione di una modifica del Trattato sull'Unione Europea. Prima è stato respinto un emendamento della maggioranza sull'articolo 4; poi è stato approvato l'intero articolo 4 mentre la maggioranza, nelle dichiarazioni di voto, aveva annunciato che lo avrebbero bocciato. In ballo c'è un seggio all'Europarlamento, dato che l'Italia è passata da 72 a 73 seggi. Secondo le norme finora in vigore, il seggio dovrebbe andare all'Udc, per il calcolo dei resti basato sui risultati delle elezioni europee del 2009. Ma la maggioranza voleva approvare un emendamento per poter mandare in quel seggio un esponente del Pdl. Fallito questo tentativo con la bocciatura dell'emendamento, la maggioranza ha cercato di bloccare tutto, annunciando che avrebbe votato contro. Anche qui c'è stato il voto segreto chiesto dall'opposizione, con un risultato negativo per Pdl e Lega: 292 voti a favore dell'articolo, 250 contrari e 1 astenuto. Quindi il seggio all'Europarlamento resta all'Udc, ma questa è l'ennesima dimostrazione che ormai Pdl e Lega da soli non ce la fanno a approvare le leggi, se manca loro l'appoggio di altri partiti, quali Fli, Udc o Pd.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©