Politica / Regione

Commenta Stampa

Il neo-sindaco sulla scia di Brunetta

Camerota, pugno di ferro del sindaco contro i fannulloni


Camerota, pugno di ferro del sindaco contro i fannulloni
11/06/2009, 15:06


Il rilancio del comune di Camerota riparte dagli uffici comunali
. Sospendere i dirigenti "fannulloni", denunciare chi utilizza le auto di servizio per fini personali e più controlli anti-assenteismo. Ma anche organizzare meglio gli uffici, garantendo correttezza e trasparenza nella gestione, per dare servizi adeguati ai cittadini. Il neo-sindaco Domenico Bortone ha scelto la linea dura per riportare gli uffici comunali alla massima funzionalitá. «In campagna elettorale - spiega il primo cittadino - abbiamo promesso alla popolazione di ripristinare la legalitá e ora non abbiamo intenzione di tirarci indietro». Bortone ne fa una questione di principio. «Controllare i dipendenti e sospendere i "fannulloni" è un sacrosanto principio di buona amministrazione. Il personale -continua il sindaco -va sfruttato al meglio e va motivato. Ma quando un dirigente sbaglia o non raggiunge gli obiettivi prefissati, deve ritenersi personalmente responsabile. Per rilanciare il nostro comune serviranno scelte dolorose e impopolari». Concetto espresso più volte da Bortone, che dopo aver messo "ordine" negli uffici comunale punta a recuperare le tante cartelle della tarsu non pagate da numerose attivitá commerciali. «La legge è uguale per tutti. I cittadini morosi e soprattutto le attivitá ricettive saranno costrette a mettersi in regola nel più breve tempo possibile. Controlleremo caso per caso».  «Il piano di recupero crediti - afferma Bortone - mi porterá a decisioni difficili e impopolari, ma sono una cura necessaria e non più rinviabile». Chiede a tutti di rimboccarsi le maniche, il sindaco. E il primo appello è rivolto ai cittadini di buona volontá. Tra le prioritá anche prepararsi alla ormai imminente stagione turistica: «Ci siamo giá messi in movimento - spiega Pierpaolo Guzzo, secondo consigliere più votato - per rendere il nostro comune più accogliente e decoroso. Nei prossimi giorni incontreremo i commercianti e gli operatori turistici per concordare insieme azioni immediate. Questa -conclude Guzzo - è un’amministrazione molto vicina ai cittadini e soprattutto che ha bisogno della partecipazione di tutti».  Intanto nelle prossime ore saranno ufficializzate le deleghe dei consiglieri, gli assessorati e il vice sindacato. Da indiscrezioni, pare che il sindaco sia intenzionato a tener conto delle varie frazioni: ciascuna porzione del territorio camerotano dovrebbe avere una propria rappresentanza all’interno della giunta.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©