Politica / Regione

Commenta Stampa

Camorra, Amendola (PD) e il COISP “Solidarieta’ a Magi”


Camorra, Amendola (PD) e il COISP “Solidarieta’ a Magi”
11/04/2010, 11:04

CASERTA - Il direttivo provinciale e regionale del Sindacato di Polizia CO.I.S.P. esprimono grande solidarietà al giudice anticamorra Raffaello Magi. L’episodio accaduto nei giorni scorsi presso l’abitazione del Giudice è soltanto un atto insulso e tipicamente stupido da parte di chi pensa ancora che l’ideologia e l’atteggiamento camorristico facciano ancora paura… Il Coordinatore Provinciale del Co.I.S.P. Lorenzo OVALLETTO, il Segretario Generale di Caserta Claudio TREMATERRA ed il Consigliere Nazionale Giuseppe RAIMONDI esprimono solidarietà al giudice Magi. “Uomo dotato di grande spirito di abnegazione verso il suo lavoro di magistrato che gli ha permesso di scrivere la storica sentenza Spartacus contro il clan dei casalesi. Il Co.I.S.P. afferma Trematerra da anni predica ai vertici del Ministero dell’Interno di aumentare l’organico della Polizia di Stato sul territorio del casertano martoriato per decenni dalla camorra, non con il Modello Caserta ( tanti uomini interforze con spese enormi), ma con uomini stanziali sul territorio che diano vita a vere e proprie task force locali che diano il colpo finale alla malavita locale.
Il Coisp Campano rinnova stima ed amicizia al Giudice Magi stando sempre al suo fianco in ogni momento condannando con forza il gesto di questi irresponsabili .


“Esprimo a nome di tutti i Democratici della Campania vicinanza e solidarieta’ al giudice Magi” a dichiararlo e’
Enzo Amendola, segretario regionale del Pd Campania, dopo la minaccia ricevuta dal giudice Raffaele Magi presso la sua abitazione a Caserta.
“I recenti sequestri di beni ai danni delle organizzazioni camorristiche da parte dalle forze dell’ordine e dalla magistratura stanno mettendo in forte difficolta’ i clan. I colpi inflitti alla camorra, al suo cuore economico - continua Amendola – sono il frutto di un impegno continuo di uomini e donne, come Magi, che lavorano al servizio dello Stato e dei cittadini senza paura per il bene e la riscossa civica non solo del Mezzogiorno, ma dell’intero Paese”.
“Per questo – conclude Amendola – il Pd e’ dalla parte di Magi e di quanti in questi anni, minacciati dalle organizzazioni criminali, non si sono piegati alla strategia del terrore della camorra”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©