Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Camorra. Esposito (PdL): "Siamo in guerra, nessuno si tiri indietro"


Camorra. Esposito (PdL): 'Siamo in guerra, nessuno si tiri indietro'
14/09/2013, 11:31

ROMA - “Un altro schiaffo alla camorra inflitto dai Carabinieri di Aversa, ai quali va il mio plauso, che hanno assicurato alla giustizia i due figli di Francesco Schiavone. Tra racket, violenze, droga e rifiuti tossici, che in questo periodo sta facendo esplodere la cosiddetta ‘terra dei fuochi,  questi clan stanno distruggendo le nostre terre e il tessuto sociale di una comunità che ormai non sa più come reagire allo strapotere della malavita. Ultimi baluardi della legalità restano le forze dell’ordine e, per questo, devono essere supportate come non mai da parte di tutte le istituzioni. Siamo in guerra e ognuno è chiamato a fare la propria parte concretamente e anche con azioni simboliche, come chiede il vescovo di Caserta per la targa intitolata a Don Diana. Nessuno si tiri indietro in questo momento decisivo e cruciale”. Lo ha dichiarato il vicepresidente dei senatori del Pdl, Giuseppe Esposito, vicepresidente del Copasir. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©