Politica / Politica

Commenta Stampa

Camorra, Romano: "politica e istituzioni siano testimoni attivi dell'impegno di don Diana"


Camorra, Romano: 'politica e istituzioni siano testimoni attivi dell'impegno di don Diana'
19/03/2012, 14:03

Il presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano, ha voluto rimarcare oggi, a 18 anni dalla morte di Don Peppe Diana, nel giorno del suo nome e della ‘Giornata in ricordo di tutte le vittime della mafia e di quelle sacrificatesi per i valori della legalità’, “il forte impegno della Chiesa, dei suoi Oratori e dei suoi parroci nella crescita sociale e culturale delle nostre comunità, nel forte contrasto a tutte quelle forme di degrado sociale determinato anche e soprattutto dall’azione prevaricatrice e mortificante della camorra, delle mafie e dell’illegalità”.

“In questo percorso di vera e propria educazione alla legalità, il ricordo di Don Peppe Diana, un uomo di Chiesa che ha anteposto il significato della vocazione cristiana alla propria vita, un’esistenza spesa senza tentennamenti nell’istruire gli altri e soprattutto i più giovani al rispetto della legalità - ha aggiunto il presidente Romano – assume un significato e una forza straordinaria che tuttavia deve essere accompagnata da un’altrettanto forte testimonianza quotidiana della politica e delle istituzioni”.

“Sostenere quanti, nella Chiesa, nelle scuole e in famiglia si battono tutti i giorni per realizzare quel miracolo possibile in cui Don Peppe Diana credeva, e cioè sconfiggere definitivamente la camorra e tute le mafie, deve essere il nostro impegno, l’impegno di tutti, perché questo obiettivo possa essere, già da ora, molto di più che una semplice speranza”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©