Politica / Regione

Commenta Stampa

Ricorso contro la lista civetta

Campagna elettorale, candidati 48 consiglieri uscenti

De Magistris accusa Impegno: " Approfitta dell'incario"

.

Campagna elettorale, candidati 48 consiglieri uscenti
19/04/2011, 17:04

NAPOLI - La campagna elettorale per le amministrative si fa sempre più incandescente.
Rinnovamento e legalità sembravano essere le parole chiave per la corsa a palazzo San Giacomo invece, la campagna elettorale si inabissa in un mare di polemiche circa ricandidature di consiglieri uscenti e candidature sporche.
Dopo le accuse al Pdl per aver schierato indagati nelle liste, a far discutere ora 48 ex consiglieri presenti nella rosa dei nomi alle amministrative. Tutti i buoni propositi dei partiti sembrano essere sfumati.
Se venissero rieletti i consiglieri uscenti schierati nelle liste, l’aula resterebbe immutata e a governare sarebbe lo stesso consiglio degli ultimi 5 anni, a dispetto della discontinuità tanto promessa.
Il Pd che sostiene Mario Morcone, schiera ben 13 volti già noti, mentre il Pdl che sostiene Gianni Lettieri, 12.
A far discutere anche i mezzi di alcuni ex consiglieri per far ricordare agli elettori il loro nome. E’ il caso del presidente del consiglio uscente Leonardo Impegno, candidato nel pd, che ha inviato una lettera ai vincitori dell’ultimo concorso comunale e accusato dai sostenitori di De Magistris di approfittare dell’incarico ricoperto.
La commissione elettorale, intanto, sta valutando se mettere o meno nel cartello elettorale le liste di “insieme per Napoli” in alcune municipalità, poiché i candidati presenti sono contemporaneamente indicati nella liste per il consiglio comunale. E’ partito, così, il ricorso contro quella che Il candidato a sindaco del Terzo Polo Raimondo Pasquino indica come lista civetta. Ma da “Insieme per Napoli” fanno sapere che le carte sono tutte in regola.

 

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©